Ammor e Mare

La Taverna Ristorante nasce dall'idea di Giuseppe Troccoli ("Peppone", per gli amici), cinquantenne di Camerota, legato in modo particolare alle sue origini ed alle tradizioni della sua amata terra.

Sin da ragazzo ha condiviso i lavori dell'ormai scomparso padre Felice (pescatore per passione) aiutandolo nei mestieri della pesca, apprendendone i segreti e facendo suoi i rituali utilizzati nelle varie battute di pesca.

Le necessità economiche del tempo imponevano che i pesci prelibati (cernie, dentici, orate, aragoste, saraghi, scorfani ecc.) fossero venduti alle famiglie benestanti, mentre il pesce povero (alici, sarde, cefali, aringhe, tonni, occhiate ecc.), un tempo abbondante, rimaneva a disposizione della famiglia per l'alimentazione.

La sensazione della salsedine sulla pelle, l'odore delle reti appena issate a bordo, il profumo dei pesci appena pescati e i loro colori cangianti, le emozioni delle abboccate, così come i preparativi di pesca e la condivisione delle prede con amici e familiari, sono sensazioni indelebili.

Grazie all'abbondanza di pesce nei periodi propizi, era necessario conoscere le tecniche di conservazione per ciascuna specie, affinchè se ne potesse garantire la disponibilità in momenti dell'anno meno favorevoli.

Le tecniche di salatura, affumicazione, bollitura e di conservazione sottolio, gli erano state tramandate dalla sapienza dei suoi nonni, anch'essi dediti a trarre dal mare il proprio sostentamento.

A Marina di Camerota era questa la cornice di vita che accomunava quasi tutti gli abitanti del posto, fino quasi agli anni settanta; ma le nuove generazioni hanno "cambiato rotta", per usare un termine marinaro.

Con l'avvento del turismo, la popolazione ha dirottato altrove le proprie attenzioni e fatiche, rivolgendosi a questo nuovo filone economico, sicuramente più proficuo e meno faticoso, snaturando però, col tempo, le radici di autentico borgo marinaro di Marina di Camerota, rendendola simile ad altre località costiere interessate dal fenomeno del turismo di massa.

Ma, per chi ha ereditato la passione del mare, per chi si porta dentro le dolci fatiche dei "mestieri" (attrezzature usate per la pesca), gli odori forti del pescato, le facce solcate dal vento e le espressioni profonde dei pescatori, le loro conoscenze meteorologiche, i loro racconti delle vecchie pescate intrisi di fantasia, le loro gesta quotidiane, è sicuramente motivo di dispiacere veder svanire questi modi di vita umile, che hanno rappresentato un modello di vita armoniosa, ricca di opportunità di aggregazione sociale e di semplicità di interrelazione.

La scelta del locale non è stata causale, si è andati alla ricerca di un vicolo tradizionale di pescatori, dove ancora oggi è possibile intravedere i "mestieri" tipici della pesca depositati davanti alle abitazioni e pronte per l'opportuno utilizzo, intravedere i pescatori riparare con gesti fermi e sapienti le attrezzature devastate dell'impetuosità del mare, sentendo l'odore che emanano le reti ancora bagnate.

Guida escursionistica e socio fondatore dell'Associazione Posidonia, una delle prime realtà del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano a sviluppare itinerari di turismo ambientale, si è sempre adoperato per allestire per il visitatore proposte di soggiorno impostate sulla scoperta delle radici più autentiche del territorio, abbinando la fruizione degli ambienti naturali e dei luoghi di cultura ad una accurata proposta di degustazione delle perle gastronomiche della produzione cilentana.

Le emozioni della pesca notturna con il lume a gas, utilizzando la tecnica di pesca con la rete a circuizione, nella classica "lamparata", o la più antica tecnica con la tradizionale "menaica", rete selettiva e derivante portata dalla corrente ad intercettare le traiettorie del banco di alici guidato dalla corrente, per vivere una magica serata di pesca, nel buio della notte illuminata dalla luce delle vecchie lampare a gas, che si conclude con un banchetto in una baia riparata per la degustazione del pescato.

Dove si trova:

Via Ciro Coppola, 29, 84059 Marina di Camerota SA, Italia

Contatti:

t.giu@tiscali.it
Cell. 3296224368
Cell. 3666212101
Tel. 0974932959

Ristorante Ammor e Mare
5 stelle - basato su 160 recensioni
Via Ciro Coppola, 29 Marina di Camerota, SA 84059
Telefono 0974932959
Orari di Apertura: Lun-Dom 12am - 14:30pm Lun-Dom 19pm - 00:30pm
Categorie: Sud Italia , Dieta Mediterranea
Prezzi da : 10€ - 50€